Close

Poinsettia o Stella di Natale: significato, cura e fioritura

0
  • Poinsettia o Stella di Natale copertina primo piano

Con l’arrivo del periodo natalizio, la casa si scalda di atmosfere festose ed è tempo di arricchire gli ambienti con piante e fiori che si prestano bene anche per fare gli auguri di Natale con un dono vivo e fiorito, simbolo di gioia, vitalità e speranza. Tra questi, un classico augurale e portafortuna, ideale anche come segnaposto, è la Stella di Natale.

La Poinsettia adorna le bancarelle dei fioristi durante le festività, guadagnandosi il dolce soprannome di Stella di Natale. Ciò che desideriamo tanto da questa euforbia non sono i suoi fiori, ma le sue brattee, che si adornano di magnifici colori per le feste! 

La Poinsettia è la pianta di Natale per eccezione negli Stati Uniti, in Messico e in Europa.

Caratteristiche della Stella di Natale o Poinsettia

L’Euphorbia pulcherrima (“la più bella”) proviene dall’America centrale e dal Messico meridionale, viene comunemente chiamata “Stella di Natale”, che in realtà è uno dei nomi più antichi del suo genere. Questo arbusto della famiglia delle Euforbiacee può raggiungere i quattro metri di altezza nel suo ambiente naturale. 

La parte colorata non è il fiore ma la brattea, simile a una foglia colorata. Queste brattee circondano il fiore vero e proprio, che è giallo e molto piccolo.

Oggi esistono molte cultivar di piccole dimensioni, che offrono un’ampia gamma di colori, a volte scarlatto, granato, rosa pallido, brillante, bianco neve o giallo. Le brattee possono anche essere marmorizzate, maculate o ondulate.

La poinsettia “fiorisce” (cioè le sue brattee si colorano) per due o quattro mesi, dalla fine dell’autunno all’inizio dell’anno successivo.

 Poinsettia o Stella di Natale fioritura diversi colori

Storia della Stella di Natale

Già nel XIV secolo, gli Aztechi utilizzavano la Stella di Natale su base quotidiana: i suoi pigmenti erano usati per tingere i tessuti, mentre la sua linfa era ritenuta in grado di ridurre la febbre. Nel XVII secolo, i sacerdoti francescani stabiliti in Messico la introdussero gradualmente nelle processioni della Natività.

Fu poi grazie a Joel Poinsett che la Stella di Natale varcò i confini. Nel 1828, l’ambasciatore americano in Messico, medico e botanico, si innamorò di questa pianta e la portò nel suo Paese.

Joel Poinsett morì il 12 dicembre 1851. In omaggio a quest’uomo illustre, il Congresso ha dato alla pianta il nome di “poinsettia” e ha istituito il National Poinsettia Day: ogni 12 dicembre negli Stati Uniti è consuetudine regalarsi le stelle di Natale. Una tradizione che si sta diffondendo sempre più anche in Europa!

Nel XX secolo, Paul Encke, un emigrato tedesco, iniziò a produrre e vendere la Stella di Natale in California. Suo figlio ebbe un’idea brillante: vendere le brattee appena tagliate per le feste nei prestigiosi negozi di Hollywood Boulevard a Los Angeles. Questa iniziativa ha avuto un grande successo e ha dato il via alla popolarità della Stella di Natale! Dagli anni ’60 sono state sviluppate molte nuove cultivar per adattarsi alle condizioni di coltivazione indoor.

Stella di Natale: storia e leggende

stella di natale in vasoSecondo un’antica leggenda azteca, una dea ebbe un colpo di fulmine così doloroso da far sanguinare il suo cuore. Quando le gocce di sangue caddero, bagnarono una pianta che divenne di un rosso intenso: era nata la Stella di Natale. Per questo, la Poinsettia è una delle migliori Piante da regalare a Natale.

Una leggenda religiosa messicana fornisce un’altra versione. Un bambino che voleva fare un’offerta a Gesù nella notte di Natale, ma non aveva nulla da dare, ha preparato con amore un semplice mazzo di foglie. Quando andò a posizionarlo vicino al presepe della chiesa, avvenne un miracolo: le foglie si trasformarono in bellissime brattee rosso vivo! Si dice che da quel giorno le stelle di Natale si vestano dei loro colori più belli nel periodo natalizio.

La Stella di Natale: significato nel linguaggio dei fiori

 Poinsettia o Stella di Natale centrotavolaL’usanza di regalare, in occasione del Natale, la Stella di Natale e che era già molto apprezzata dagli Aztechi nel XVI secolo, nasce da un’antica leggenda messicana che parla d’amore e di Dio.

Per gli Aztechi, che usavano la Stella di Natale quotidianamente, questa era considerata simbolo di purezza. Si diceva anche che i guerrieri morti in battaglia sarebbero tornati sulla terra per bere il nettare di questo fiore e raggiungere così l’eternità. Ma non provateci: la linfa della Stella di Natale è velenosa!

Il concetto di purezza è stato ripreso dalla tradizione Cristiana che rivede nella forma delle sue foglie la stella di Betlemme e viene regalata nel periodo natalizio come augurio di felice Natale e sereno anno nuovo.

Nel linguaggio dei fiori la “Stella di Natale” simboleggia inoltre l’umiltà, la saggezza, l’amore verso il prossimo, la fiducia completa, il rinnovamento e la salute. La si regala ad amici e familiari per augurare un anno di abbondanza e rinascita oppure per ringraziare dei doni ricevuti. 

Poinsettia o Stella di Natale: quando e perché regalarla

Quando regalare la Stella di Natale? Oggi regalare la Poinsettia è un gesto molto positivo: simboleggia un augurio caloroso e amichevole di successo e gioia. È infatti il simbolo del buon augurio per i mesi a venire, della rinascita e della serenità, quindi è un perfetto dono da regalare per dimostrare il proprio amore. 

Stella di Natale o Poinsettia: cura e mantenimento

Molte persone che acquistano o ricevono in regalo questa pianta durante le feste di Natale tendono a gettarla via una volta superato il periodo natalizio, proprio quando le belle brattee rosse cominciano a seccare e scolorire. Tuttavia, la pianta non sta morendo, ma sta attraversando una fase del tutto naturale. 

 Poinsettia o Stella di Natale primo pianoFarla rifiorire non è molto semplice, ma non impossibile: aspettate che cadano le foglie rosse e poi tagliate i rami che sono rifioriti, potando circa una decina di centimetri di ramo. Tenetela all’ombra durante l’estate e a settembre concimate il terreno.

Curata adeguatamente, fiorisce anche in primavera a volte fino a maggio e mostrerà una nuova fioritura il prossimo Natale, è così che tornerà ad essere rigogliosa e mostrare le sue bellissime brattee colorate. 

In genere, con tutte le dovute attenzioni, una Stella di Natale o Poinsettia può sopravvivere in forma fino a 6-8 settimane.

 

Per curarla correttamente, dovete sapere che fioriscono soltanto con un determinato numero di ore di luce solare, dalle 8 alle 9 ore circa, nel resto del tempo deve stare completamente al buio.

Teme molto le temperature fredde, per questo deve essere coltivata nelle zone in cui il clima è caldo. La Stella di Natale, infatti, ha bisogno di poca acqua durante il periodo invernale: quando il terreno risulta asciutto si procede con l’innaffiatura avendo cura di non lasciare ristagni d’acqua che risulterebbero letali per la salute della pianta ed evitando di bagnare le foglie.

Durante l’inverno la Stella di Natale va tenuta in casa, in una stanza poco luminosa, arieggiata e non eccessivamente riscaldata, lontano da sbalzi di calore e correnti d’aria.

Related Posts