Interflora ha scelto di essere al fianco della fondazione AIRC nel mese per la prevenzione dei tumori femminili: il Pink October.

Per tutto il mese di ottobre, acquistando una selezione dedicata di fiori e piante rosa, l’azienda donerà il 10% del fatturato generato da ciascun prodotto della categoria dedicata al Pink October ad AIRC.

Pink October: il mese della prevenzione dei tumori femminili

Ottobre è il mese rosa, conosciuto anche come Pink October, dedicato alla prevenzione dei tumori femminili. 

Lanciata per la prima volta nel 1992 negli USA, la Campagna Nastro Rosa, ha l’obiettivo di sensibilizzare sull’importanza di prevenzione e diagnosi precoce oncologica. Simbolo della Campagna è il tradizionale pink ribbon, il fiocco rosa, riconosciuto da tutti a livello mondiale.

Con la Campagna Nastro Rosa si cerca di arrivare a coinvolgere un numero sempre più ampio di donne diffondendo la corretta informazione sugli stili di vita salutari da adottare e sulle visite da effettuare a seconda dell’età. 

Il cancro al seno colpisce circa 55.000 donne in Italia ogni anno, una su otto nell’arco della vita, confermandosi come il tumore più diffuso nel genere femminile. Attualmente l’incidenza di questa malattia è in crescita, ma la mortalità è in costante calo. Grazie alla diagnosi precoce, infatti, è possibile combattere e anche sconfiggere il nemico numero uno delle donne. Inoltre, è importante sottolineare che l’esercizio fisico può anche avere un ruolo determinante nella battaglia contro il tumore al seno.

L’importanza della prevenzione: la fondazione AIRC

Conoscere la malattia aiuta ad affrontarla, ma anche a prevenirla: i progressi della ricerca per la diagnosi e la cura del cancro al seno hanno portato oggi fino all’87% la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi. Proprio per questi risultati incoraggianti è stato adibito un mese dedicato all’informazione e alla sensibilizzazione.

È una sfida difficilissima, che la fondazione AIRC ha voluto rappresentare visivamente con un nastro rosa incompleto, che richiede l’impegno di tutti per essere colorato interamente: richiede l’impegno delle donne, che devono sottoporsi agli screening e agli esami di controllo raccomandati per la diagnosi precoce, l’impegno dei ricercatori, che mettono a punto nuove terapie e quello dei sostenitori, che con le loro donazioni permettono alla ricerca di non fermarsi mai.

La Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro è un ente privato senza fini di lucro, nato nel 1965 grazie all’iniziativa di alcuni ricercatori dell’Istituto dei tumori di Milano, fra cui il prof. Umberto Veronesi, il prof. Giuseppe della Porta e al sostegno di alcuni imprenditori milanesi.

Si può davvero prevenire il tumore al seno? 

Grazie alla maggiore consapevolezza e alla sensibilizzazione verso la prevenzione e la diagnosi precoce la mortalità per tumore al seno è in costante calo, con percentuali di sopravvivenza vicine al 90%.

Come può fare prevenzione ogni donna? Non c’è una risposta univoca per tutte, ognuna è diversa con una storia personale e caratteristiche uniche. Anche le scelte nell’ambito della diagnosi precoce oncologica devono tener conto di questo e orientarsi verso un approccio personalizzato. 

Le donne che scelgono uno stile di vita salutare, un’alimentazione bilanciata, fanno attività fisica e si sottopongono regolarmente a visite ed esami sono donne che hanno scelto di essere prevenute, che mettono in pratica ogni giorno tante piccole azioni che fanno una grande differenza.

Torna in alto