Come scegliere l’albero di Natale: le varietà migliori

L’eleganza, la maestosità e la fragranza di un vero albero di Natale naturale ne fanno l’emblema della stagione natalizia. Ecco i nostri consigli per aiutarvi a scegliere l’albero giusto.

Diamo un taglio netto a certe idee preconcette che sostengono che gli alberi naturali venduti a fine anno contribuiscano alla deforestazione o alla desertificazione delle nostre campagne. In realtà, provengono da un processo produttivo specifico che rispetta standard ambientali molto precisi. Ogni albero abbattuto o sradicato per le feste viene sistematicamente sostituito, dopo un periodo di riposo del terreno.

Un altro fattore a suo favore è che l’albero naturale è perfettamente riciclabile alla fine del suo ciclo di vita. In vaso può essere ripiantato, tagliato e compostato senza problemi.

Alberi di Natale in vaso

Quando si inizia a fare l’albero di Natale?

Prima di scegliere l’albero di Natale migliore, dobbiamo capire qual è il periodo migliore per acquistarlo e addobbarlo. Perciò, quando si inizia a fare l’albero di Natale

La nostra tradizione, di origine cattolica, vuole che l’albero di Natale sia fatto l’8 dicembre, insieme al Presepe, in occasione della ricorrenza dell’Immacolata Concezione. Ma c’è anche chi, per allestire l’albero e calarsi nell’atmosfera natalizia, preferisce iniziare in anticipo a novembre oppure aspettare il 21-22 dicembre.

Era dès 34.99 €
Abbraccio dès 42.99 €
Legame fiorito dès 44.99 €
Melodia dès 49.99 €

Le diverse presentazioni dell’abete

Quali sono i migliori alberi di Natale? Esistono diversi tipi di alberi di Natale, tuttavia l’abete è la varietà più ricercata.
Per i druidi, antichi sacerdoti dei Celti, l’abete era considerato simbolo di lunga vita perché rimaneva sempre verde anche d’inverno. Fu semplice adattare la tradizione nordica a quella cristiana, dove l’abete divenne simbolo della luce divina di Gesù sceso sulla Terra. 

Quali sono le diverse presentazioni dell’abete? 

  • L’abete venduto già tagliato viene fissato su un supporto; il piede non deve essere superiore al 10% della dimensione totale.
  • Confezionato in una zolla di terra, le radici dell’abete sono circondate da terra trattenuta da un tondino o da plastica.
  • L’abete viene estratto poco prima della spedizione e collocato con le radici e la zolla in un contenitore.
  • Allevato in vaso, questa è la formula migliore per una buona conservazione e una massima possibilità di recupero. Piantate e cresciute nel suo vaso fin dall’inizio, le radici dell’abete non soffrono e rimangono intatte.

Oltre a queste differenze, potrete anche fare la vostra selezione in base al vostro budget. Se desiderate saperne di più sul prezzo di un albero di Natale naturale o artificiale, non esitate a consultare la nostra pagina dedicata!

Le principali varietà di abete

abete rosso primo piano

L’abete rosso è il più tradizionale degli alberi di Natale e da tempo occupa il primo posto nelle vendite. Ben equilibrato, con un bel colore verde intenso, emana quel caldo profumo resinoso che associamo alle feste di fine anno. Il suo svantaggio? Perde rapidamente i suoi aghi, soprattutto nell’atmosfera calda e secca delle nostre case.

nodmann primo piano abete

La Nordmann è oggi la varietà più commercializzata. La sua silhouette armoniosa è il risultato di una crescita molto lenta. Il suo principale vantaggio? Non perde i suoi aghi, anche molto tempo dopo essere stato tagliato, il che lo rende molto facile da mantenere. Acquistata in vaso e ripiantata in giardino, può raggiungere gli 8-10 m di altezza! L’unico handicap è l’assenza di odore.

nobilis abete tenuto in braccio

Il Nobilis è molto simile al Nordmann nell’aspetto e nella lunga durata degli aghi. È molto morbido al tatto e ha un profumo gradevole, con sfumature di blu. Presso il vostro fiorista di fiducia, corone e ghirlande sono realizzate principalmente con rami di Nordmann o Nobilis.

omorika abete albero di natale

L’Omorika è la varietà arborea più facile da ripiantare. Ha una statura snella e maestosa e aghi di colore verde scuro con la parte inferiore argentata; lo svantaggio è che i suoi rami possono piegarsi sotto il sovraccarico delle decorazioni.

pungen albero di natale

I Pungen sono apprezzati dagli amanti degli alberi. È un bell’albero da piantare in giardino, con un portamento regolare e un colore bluastro. All’interno, però, fate attenzione ai suoi aghi, lunghi, spessi e soprattutto molto pungenti.

A seconda della regione e della consuetudine, sono disponibili anche altre varietà, come l’abete pectina o abete nero, l’abete di Douglas, il pino di Scozia, il Grandis (apprezzato per le sue grandi dimensioni) o il pino marittimo nel sud-ovest.

Una volta scelta e acquistata la varietà di albero ideale, non vi resta che capire come addobbare l’albero di Natale. Affidatevi ai nostri consigli! 

La rivincita dell’albero di Natale naturale in Italia

L’associazione Florovivaisti Italiani ha recentemente ribadito che gli abeti rossi e bianchi destinati al Natale non vengono sradicati dalle foreste, ma provengono da aziende vivaistiche dove sono coltivati appositamente per il mercato delle feste. Preferirli a quelli sintetici da un lato sostiene il comparto florovivaistico italiano economicamente, dall’altro genera effetti benefici sull’ambiente. Per questo, l’associazione promuove l’abete naturale e contribuisce alla definizione dello status di produttore specializzato per garantire la standardizzazione di questa professione.

Era dès 34.99 €
Abbraccio dès 42.99 €
Legame fiorito dès 44.99 €
Melodia dès 49.99 €
Torna in alto