Coltivazione e fioritura delle peonie: i consigli Interflora

Dal greco paeonia, letteralmente “pianta curativa”, la peonia era un tempo utilizzata per i suoi presunti poteri curativi. Con il suo ampio fogliame e i suoi fiori grandi e profumati, la peonia ha più di un vantaggio. È una delle piante perenni che può abbellire sia un’aiuola che un giardino. E con la sua generosa fioritura in primavera, regala molte soddisfazioni.

La peonia è anche facile da coltivare, purché si conosca la differenza tra peonie erbacee e arbustive. Infatti, ogni specie ha le proprie caratteristiche. Esposizione, impianto, concimazione, scoprite tutti i consigli di coltivazione e cura delle vostre peonie!

Qual è la storia della peonia?

Intorno al 400 a.C., il famoso medico greco Ippocrate usava la pianta per trattare l’epilessia, per favorire le mestruazioni e l’espulsione della placenta dopo il parto.

Si sa anche che circa 2000 anni fa la Cina iniziò a coltivare la peonia come pianta medicinale per curare vari disturbi, come il fegato pigro o il sangue debole.

Solo 500 anni dopo, con l’arrivo della dinastia Song (960 – 1279), la peonia fu apprezzata per le sue qualità estetiche e il suo incredibile profumo. Adornò quindi i palazzi imperiali e ispirò gli artisti che la utilizzarono in dipinti, porcellane, ceramiche… Questa ammirazione ha continuato a crescere fino al punto che la peonia è considerata dai cinesi la regina dei fiori. Questo fiore è adorato per la sua opulenta bellezza.

La peonia nel linguaggio dei fiori

bouquet di peonie rosa bianche e rosse

Per i cinesi, la peonia è ricca di simboli. Secondo il linguaggio dei fiori, il significato della peonia è associato alla bellezza e all’amore, ma è anche un emblema di abbondanza e successo sociale.

Nelle nostre società occidentali, la peonia è simbolo di sincerità e timidezza. Si dice anche che porti protezione. Se abbinata ad altri fiori in un bouquet, ne rafforza il messaggio.

Quali sono le caratteristiche della peonia?

Come abbiamo già accennato, per prenderci cura correttamente della peonia è necessario conoscere alcune differenze.

In generale, la peonia o paeonia è una pianta perenne da fiore appartenente alla famiglia delle paeoniaceae. Le peonie hanno una gamma di colori che va dal bianco al giallo, al rosa e al rosso.

I fiori, semplici o doppi, sono composti da numerosi petali delicati che formano una corolla generosa e arrotondata. I petali assumono forme diverse a seconda della varietà di peonia. Alcuni hanno bordi lisci, mentre altri sono splendidamente seghettati. I fiori di peonia possono avere dimensioni che vanno dai 5 cm dei più piccoli ai 20 cm dei più grandi. Questi fiori sono in grado di valorizzare sia i bouquet classici che quelli country!

Le peonie sono composte da circa quaranta specie, tra le quali si distinguono le peonie erbacee e le peonie arbustive. La peonia erbacea ha foglie decidue che cadono in autunno. Inoltre, l’altezza della peonia erbacea è compresa tra 50 cm e 1 metro. 

La specie più comune di peonia erbacea è senza dubbio la peonia cinese. Tra le più note:

  • Peonia Alice Harding (rosa – fiori doppi)
  • Paeonia lactiflora Red Charm (rosso – fiori doppi)
  • Peonia lactiflora Felix Crousse (rosa – fiori doppi)
  • Peonia lactiflora Marie Lemoine (bianco – fiori doppi)
  • Peonia lactiflora Duchesse de Nemours (bianca – fiori doppi)

La peonia arborea ha un tronco legnoso sempreverde che può raggiungere i 2 metri di altezza. Grazie a questi rami legnosi, le peonie arboree crescono più lentamente delle peonie erbacee.

Anche i loro fiori sono molto belli e le loro dimensioni sono generalmente inferiori a quelle dei fiori della peonia erbacea. Tra le più apprezzate in giardino:

  • Peonia suffruticosa Luo Yang Hong (rosa-rosso – fiorisce in corolle quasi doppie)
  • Peonia Lydia Foote (bianca – fiori doppi)
  • Peonia Duchesse de Morny (rosa – fiori doppi)
  • Peonia Zenobia (rosa-rosso – fiori doppi)
  • Peonia Hakushin (bianca – fiori doppi)
  • Peonia Nippon Beauty o Tokyo Beauty (rosa – fiori singoli)
  • Peonia Hana Kisoi (rosa – fiori doppi)
  • Peonia Souvenir de Maxime Cornu (gialla – fiori doppi)

Nota: i fiori e i semi delle peonie sono velenosi, ma le radici, le foglie e gli steli non lo sono.

Fioritura della peonia

Per quanto riguarda la stagione della peonia, generalmente i suoi fiori sbocciano poco più di tre mesi l’anno, da metà aprile alla fine di luglio.

Coltivazione della peonia erbacea

Come abbiamo visto, le peonie erbacee sono fiori stupendi che donano un tocco di eleganza a qualsiasi giardino. Con la giusta cura, possono prosperare per molti anni e regalarci splendide fioriture. Ecco alcuni consigli su come coltivare e curare le peonie erbacee!

Lima e terreno della peonia erbacea

    Le peonie erbacee preferiscono un clima temperato con estati calde e inverni freddi. Prediligono inoltre un terriccio fertile, ben drenato e con un pH leggermente alcalino.

    Annaffiature della peonia erbacea

      Innaffiare regolarmente le peonie erbacee, soprattutto durante il periodo di crescita e fioritura. Evitare di bagnare le foglie per prevenire malattie fungine.

      Quando e come piantare la peonia erbacea?

        Il periodo migliore per piantare le peonie erbacee è in autunno, da settembre a novembre. Vediamo meglio questo aspetto!

        Le peonie erbacee hanno un periodo di fioritura piuttosto breve. Il trucco consiste nell’alternare queste peonie a diverse varietà al momento della semina. Alcune varietà di peonie fioriscono infatti a metà primavera, mentre altre fioriscono più tardi. Iniziate allora scegliendo con cura il periodo di impianto: all’inizio dell’autunno o all’inizio della primavera.

        Scavate quindi delle buche larghe almeno 50 cm in tutte le direzioni e distanziatele di 1 m l’una dall’altra. Prima di collocare le piante di peonia, mettete della sabbia o della ghiaia sul fondo delle buche.

        Ricoprite le piante con una miscela di terra da giardino e compost (50/50). Quindi innaffiate generosamente ogni pianta con circa 10 litri d’acqua.

        Potatura della peonia erbacea

          La peonia erbacea va potata a fine estate o all’inizio dell’autunno. È sufficiente tagliare gli steli morti a 10 cm da terra con delle forbici da potatura.

          Durante il periodo di fioritura, potete anche rimuovere i fiori morti mantenendo il più possibile il fogliame. In questo modo si favorisce la comparsa di nuovi fiori.

          Coltivazione della peonia arborea

          In generale, per la peonia arborea scegliete un terreno ben drenato, soleggiato o leggermente ombreggiato, ma soprattutto siate pazienti perché di solito ci vogliono due anni per la comparsa dei suoi bei fiori… Ma, vediamo meglio come prenderci cura di queste peonie:

          Clima e terreno della peonia arborea

            Le peonie arboree preferiscono un clima temperato con estati calde e inverni freddi. Prediligono anche un terreno fertile, ben drenato e con un pH leggermente alcalino. Necessitano, inoltre, di almeno 6 ore di sole al giorno per fiorire abbondantemente.

            Annaffiature della peonia arborea

              Annaffiare le peonie arboree regolarmente, soprattutto durante il periodo di crescita e fioritura. Anche in questo caso, evitare di bagnare le foglie per prevenire malattie fungine e innaffiare il terreno alla base della pianta, evitando di bagnare i fiori.

              Concimazione della peonia arborea

                Concimare le peonie arboree in primavera con un fertilizzante ricco di fosforo e potassio. Evitare di concimare le peonie in autunno, in quanto potrebbe favorire la crescita di nuovi germogli che non avranno il tempo di lignificare prima dell’inverno.

                Quando e come piantare la peonia arborea

                  La peonia arborea vi fornirà bellissimi arbusti per decorare il vostro giardino tutto l’anno. Tuttavia, cresce più lentamente della peonia erbacea. Essendo una pianta piuttosto resistente, la peonia può essere piantata in giardino tra settembre e maggio. Tuttavia, vi consiglio di piantarla il prima possibile in autunno per darle il tempo di sviluppare le radici.

                  Per la piantagione, procedete come per la peonia erbacea e terminate con un’abbondante annaffiatura. Se piantate più piante di peonie arboree, lasciate uno spazio di 1,50 m tra l’una e l’altra.

                  Potatura della peonia arborea

                    Non è necessario potare la peonia arborea. Ma se volete potarla, fatelo piuttosto alla fine dell’inverno e solo ogni 2-3 anni. Tagliate solo gli steli degli anni precedenti per ⅓ della loro lunghezza. Vi consiglio di utilizzare forbici affilate e di pulirle prima della potatura per evitare la trasmissione di malattie.

                    Coltivazione delle peonie: consigli generali

                    Indipendentemente dalla tipologia e con la giusta cura, le peonie possono prosperare per molti anni e donare un tocco di eleganza a qualsiasi giardino. Con un po’ di attenzione e dedizione, potrete godere della bellezza delle vostre peonie per molte stagioni a venire. Vediamo insieme alcuni consigli generali per la coltivazione delle peonie, dal clima al terreno ideale.

                    Concimazione delle peonie

                    Aggiungete del fertilizzante alle vostre peonie ogni autunno. Questo fornirà loro sostanze nutritive per arricchire il terreno. Infatti, le peonie sono golose e hanno bisogno di concime ogni anno per garantire una bella fioritura. Scegliete un concime per piante da fiore, ma non utilizzate concimi ad alto contenuto di azoto.

                    Come innaffiare le peonie?

                    Le peonie necessitano di annaffiature regolari nel primo anno dopo la messa a dimora. 2-3 volte a settimana, aumentando la quantità nei periodi di siccità.

                    Il primo anno, tenete sotto controllo l’umidità del terreno in primavera e in estate. Se necessario, aggiungete una pacciamatura ai piedi delle peonie per preservare l’umidità del terreno. Sono sufficienti tra i 3 e i 6 centimetri di materia organica (paglia, foglie morte, sfalci di prato…).

                    Una volta terminato il primo anno, l’acqua piovana coprirà ampiamente il fabbisogno delle vostre peonie. Tuttavia, tenete d’occhio il terreno durante i periodi più caldi. E non esitate ad aggiungere acqua non appena necessario.

                    Dove piantare le peonie?

                    Il terreno deve essere ben drenato, fertile e leggermente alcalino, in pieno sole o ombra parziale. La peonia, infatti, ama il sole e necessita di almeno 6 ore di luce solare diretta al giorno per fiorire abbondantemente. Tuttavia, nelle zone con climi caldi, è consigliabile posizionarla in ombra parziale durante le ore più intense della giornata per evitare che i fiori si brucino.

                    Malattie e parassiti delle peonie

                    Le peonie sono generalmente piante resistenti, ma possono essere soggette a malattie fungine e parassiti. Per questo, è importante monitorare le piante e trattarle tempestivamente in caso di necessità.

                    E perché non approfittare di quando sono ancora in salute per scegliere un bouquet di peonie? Le peonie sono ideali per decorare la casa, perché danno un tocco di poesia! Il significato della peonia nel linguaggio dei fiori è gioia e amore.

                    Tuttavia, durante la raccolta, assicuratevi di lasciare il fogliame al suo posto. In questo modo, la pianta si rifornisce di riserve per l’anno successivo.

                    Lascia un commento

                    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

                    Torna in alto