Come tagliare e moltiplicare un anthurium per talea

L’anthurium è una magnifica pianta da appartamento originaria delle foreste tropicali dell’America. Se in casa avete un anthurium sano e maturo, potete propagarlo tramite talee. La talea è un modo eccellente per propagare le vostre piante, rendere verde la vostra casa e come idea regalo. 

Con la tecnica giusta e gli strumenti adeguati, chiunque può prelevare talee da un anthurium già esistente! Vediamo allora come tagliare e moltiplicare un anthurium per talea nel migliore dei modi.

Quando si preleva una talea di anthurium?

Le stagioni migliori per prelevare le talee di anthurium sono la primavera e l’estate. In questo periodo l’anthurium è in piena crescita e gode di grande vitalità.

Se avete tempo, vi consiglio di prendervi cura dell’anthurium concimandolo nelle settimane precedenti al prelievo delle talee. In questo modo, la pianta madre sarà più forte quando taglierete le talee dagli steli. Non a caso, il significato dell‘anthurium è legato all’amore, proprio quello che mettete per prendervi cura di questa bellissima pianta.

Per concimare l’anthurium, utilizzate un fertilizzante per piante da fiore. L’ideale è un concime liquido con un buon equilibrio di azoto, fosforo e potassio. Mescolate il concime all’acqua una volta ogni due settimane.

Si noti inoltre che gli anthurium possono causare irritazioni agli occhi e alla pelle se si viene a contatto con la linfa. Non dimenticate di portare con voi un paio di guanti da giardinaggio quando prelevate le talee dal vostro anthurium.

Ora che avete tutte le informazioni necessarie, è il momento di prelevare le talee!

Anthurium dès 49.99 €
Spathiphyllum dès 54.99 €
Era dès 34.99 €
Tulipani multicolore dès 39.99 €

Come si preleva una talea di anthurium in acqua?

La talea di anthurium è il modo più semplice e veloce per propagare la vostra pianta. Non solo avrete bisogno di pochissima attrezzatura, ma sarete anche in grado di vedere le radici apparire sulle vostre talee di anthurium.

Preparate l’attrezzatura per il prelievo delle talee

Prima di prelevare le talee dalla pianta madre, ricordatevi di sterilizzare un coltello con una lama senza denti. Come regola generale, vi consiglio di utilizzare sempre un coltello pulito e affilato per prelevare le talee dalle vostre piante verdi.

A differenza delle forbici o delle cesoie, il coltello non schiaccia le fibre del fusto. Inoltre, un taglio netto e diritto guarisce le piante più rapidamente.

Prima di iniziare, controllate anche che la pianta madre sia in buona salute. In altre parole, assicuratevi che le foglie, gli steli e il terreno siano privi di:

  • Macchie marroni
  • Muffa
  • Parassiti

Tagliare le talee di anthurium

Iniziate tagliando uno stelo sano con due o tre foglie. Potete prelevare tutti gli steli che volete per fare le talee. Tuttavia, assicuratevi di lasciare 3/4 del fogliame sulla pianta madre, per non indebolirla più del necessario.

Con il coltello, tagliate ogni stelo nel punto più basso. Quanto più netto è il taglio, tanto più velocemente l’anthurium si riprenderà.

Togliere tutte le foglie dal gambo, tranne quella in cima.

Posizionare le talee in acqua

Per la radicazione in acqua, utilizzare acqua non calcarea o acqua piovana. Versate l’acqua in bicchieri e metteteci dentro le vostre talee, facendo attenzione a non far assorbire le foglie dall’acqua.   

Per una maggiore stabilità, è possibile aggiungere sabbia o ghiaia sul fondo dei bicchieri, ma è facoltativo.

Conservate le talee in un luogo luminoso e caldo, idealmente tra i 20 e i 25°C. E mantenete un buon livello di umidità: 60% o più. Se non avete una serra o un giardino d’inverno, potete usare una tecnica semplice. Mettete ogni talea in un sacchetto di plastica per mantenerla calda e umida.

Mentre le radici si formano, assicuratevi di aggiungere regolarmente acqua quando il livello scende.

Dopo qualche settimana, le talee produrranno radici e nuove foglie. È possibile lasciarle in acqua e aggiungere del concime diluito in 4.

Si possono anche mettere nella terra utilizzando un terriccio molto leggero e piccoli vasi da fiori:

  • Per il terriccio: utilizzare un mix per orchidee o preparare una miscela di 1/3 di torba di cocco, 1/3 di mix per orchidee e 1/3 di perlite.
  • Per i vasi da fiori: scegliere vasi di diametro non superiore a 8-10 cm.

Come si prelevano le talee di anthurium dal terreno?

Il principio è lo stesso di cui sopra, con la differenza che si mettono gli steli delle talee nel terriccio anziché nell’acqua.

Ma prima di iniziare, prendetevi qualche minuto per pulire i vostri piccoli vasi da fiori con sapone e aceto. In questo modo eviterete il rischio di trasmissione di malattie se riutilizzate i vecchi vasi. Successivamente, dovrete utilizzare un substrato leggero e ben drenante.

Quale substrato utilizzare per le talee di anthurium? Il modo più rapido è quello di utilizzare un terriccio speciale per orchidee. È anche possibile preparare una miscela personale, come abbiamo visto in precedenza.

  • Fase 1: riempire i vasi con il substrato. Con il dito praticate un foro in ogni vaso e collocatevi le talee. Impregnate leggermente il terriccio intorno agli steli in modo che rimangano ben saldi al loro posto.
  • Fase 2: collocare i vasi in un luogo luminoso, ma senza luce solare diretta. Per creare un ambiente caldo, tra i 20 e i 25°C, vi consiglio di mettere un sacchetto di plastica sopra i vasi.
  • Fase 3: annaffiate con cura per evitare il rischio di marciumi, ma assicuratevi che il terreno rimanga umido. Dopo qualche settimana dovrebbero comparire nuove foglie e radici!

Continuate a leggere per scoprire come rinvasare con successo il vostro anthurium e i migliori consigli per farlo rifiorire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto