Close

Piante verdi con foglie marroni

0
  • Punte marroni

Ti stai chiedendo come mai la tua pianta ha le punte delle foglie marroni o gialle? Interflora è qui per aiutarti e per fornirti tutte le risposte di cui hai bisogno! In questo articolo ti spiegheremo tutti i segreti per una cura perfetta delle tue piante verdi.

La tua bellissima pianta per interni non è più così bella da quando le sue punte sono diventate marroni? Prima di compiere un’azione irrimediabile, cerca di capire se è un problema risolvibile o se effettivamente la pianta, purtroppo, è morta. Infatti, le foglie marroni sono un problema comune che capita spesso alle piante che vivono e crescono in casa. Le cause principali dipendono da un’annaffiatura troppo poco frequente o al contrario da un’annaffiatura eccessiva. Esistono modi per sapere se la tua pianta con le foglie marroni è morta o può ancora essere salvata! Noi ti spiegheremo cosa fare quando la pianta non sembra in ottime condizioni e come evitare che accada di nuovo. Interflora ti dà qualche consiglio di manutenzione per poter mantenere la tua pianta in buona salute durante tutto l’anno!

Perché le punte della pianta diventano marroni?

Pensi che la tua pianta stia morendo perchè le punte diventano marroni? In effetti, questo può essere un brutto segno. Non si tratta solo del lato estetico, se non te ne occupi, la pianta non cresce piú e muore. Ma non vogliamo scoraggiarti perchè in realtà si tratta di un problema molto frequente e per il quale esiste un rimedio. Tra l’altro, devi sapere che alcune piante sono più soggette a questo problema, come le piante con le punte appuntite oppure le piante carnivore. A seconda della specie, le punte possono assumere diversi colori quando la pianta non sta bene, dal giallo al nero o al marrone. Una foglia nera o marrone purtroppo é irrecuperabile e dovrà essere tagliata. Tuttavia, se la pianta è ancora viva, puo’ essere curata. Inoltre, è bene ricordare che a volte in autunno, la natura non è la stessa che in estate. Ad esempio può succedere che le foglie imbruniscano solo perché si tratta di una pianta caduca. La pianta diventa quindi marrone, rossa o gialla in autunno mentre in inverno perde il suo bel fogliame. In questi casi è del tutto normale!

Se si tratta di una pianta d’appartamento sempreverde, ti proponiamo qui qualche consiglio di cura.

Se le vostre piante diventano marroni, la prima cosa da verificare è l’annaffiatura. Al contrario delle piante da giardino, quelle d’appartamento non beneficiano della pioggia. Ecco perché è importante annaffiare la tua pianta con la giusta frequenza e sapere qual’è la quantità necessaria di acqua per garantire una crescita perfetta. Ci sono vari modi per sapere se il terreno è umido a sufficienza. Le biglie d’argilla per esempio trattengono l’acqua e permettono di mantenere il terreno umido più a lungo. Le piante d’appartamento le cui foglie diventano marroni sono perlopiù piante che non sono state idratate a sufficienza. Una pianta verde diventa marrone quando la linfa non raggiunge più le punte, se la linfa non viene drenata a sufficienza quindi bisogna rivedere l’apporto idrico. Pensa ad idratare sempre correttamente la tua pianta ed eventualmente a cambiare la sua posizione. Infatti, l’esposizione al sole puo’ seccare la terra. Allo stesso tempo, vi sconsigliamo di mettere la pianta nella penombra perché la luminosità, seppur filtrata, è necessaria per la fotosintesi. Bisogna quindi trovare un posto dove la luminosità è sufficiente ma senza lasciarla direttamente a contatto col sole.

Alcune soluzioni per far rinascere una pianta marrone 

Se il problema non è la mancanza di acqua, anche se puo’ sembrare strano, potrebbe essere quello dell’acqua in eccesso. Questo problema si nota soprattutto quando la foglia diventa molle. Ti stai chiedendo come salvare una pianta verde con troppa umidità nel terreno? Prima di tutto, cambia la sua esposizione e mettila alla luce. La luce del sole aiuta a far evaporare l’acqua in eccesso. Se è inverno o autunno e il sole difficilmente scalda a sufficienza, aumenta la temperatura della stanza. Se anche questo accorgimento sembra non funzionare per seccare la terra, bisognerà rinvasare le piante d’appartamento. Così come le biglie di argilla possono mantenere il terreno umido, queste aiutano anche ad assorbire l’acqua e quindi possono aiutarti a liberare la pianta dall’acqua in eccesso.

Le altre cause di ingiallimento o di imbrunimento di una pianta sono le malattie. La malattia più comune è la phytophthora. Si tratta di un fungo che si sviluppa soprattutto quando la pianta è in giardino durante periodi di forte umidità. In questo caso, noterai che anche le radici sono coperte di marciume. L’aerazione del suolo è la soluzione migliore per evitare che questo si riproduca. Tra le altre malattie che rendono le estremità marroni, ci sono l’occhio di pavone, che è caratterizzato da macchie rotonde. Per prevenire un’infezione causata da questo fungo, puoi spruzzare preventivamente una miscela bordolese sugli steli e sui rami. L’uso di un buon fertilizzante aiuta anche a rafforzare la pianta.

Tra le altre cause frequenti di imbrunimento, rientrano anche l’aria secca o la terra contaminata. L’aria secca si può notare soprattutto quando l’interno delle case o degli appartamenti è troppo riscaldato. La pianta si asciuga più velocemente e bisogna annaffiarla più spesso. Pochi lo sanno, ma un substrato troppo ricco o con troppo fertilizzante può essere tossico per la pianta e può impedire la sua fioritura o la crescita. Se i sali minerali hanno saturato il substrato della terra, bisognerà rinvasare.

Infine, devi sapere che nella maggior parte dei casi, purtroppo, le parti marroni sono irrecuperabili. Lo step successivo infatti è l’imbrunimento degli steli e piano piano tutte le parti della pianta diventano brune. Per questo motivo, bisogna bloccare il contagio prima che tutta la pianta sia irrecuperabile. In che modo? Semplicemente tagliando come si deve le parti marroni, eviterai che il problema si diffonda ovunque. Nel peggiore dei casi, bisognerà tagliare la pianta fino alle radici e aspettare che dia nuovi segni di vita. Una pianta non è mai morta finché lo stelo è verde, o anche finché le radici sono ancora verdi. Vale sempre la pena provare a salvarla!

Non demordere, vedrai che la prossima primavera la sua fioritura riprenderà.

Related Posts